Home . Intrattenimento . . Libri: il mistero del Mozart Argentino in 'Desaparecido in Do maggiore'

Libri: il mistero del Mozart Argentino in 'Desaparecido in Do maggiore'

"Una consorteria perversa e malintenzionata, che manovra nell'ombra e conta più affiliati di una religione, decreta una guerra implacabile", è quella che agisce per cancellare la figura e la memoria del 'Mozart argentino', Rodolfo Zanni (1901-1927), grande e misconosciuto compositore e direttore d'orchestra argentino del primo Novecento, scomparso in circostanze oscure, secondo il romanzo 'Desaparecido in Do maggiore' di Giuseppe Zanni ed Elio Forcella, edito da Zecchini Editore.

Il romanzo parte da una storia vera: Rodolfo, che nasce a Buenos Aires da una coppia di emigrati italiani, rivela fin dalla più tenera età un grande talento musicale, che lo porta a soli ventuno anni al Colón per una memorabile serata interamente dedicata alle sue musiche, in onore del presidente della Repubblica argentino. Dopo questa serata, su Zanni cala un silenzio assoluto: cosa è successo? A questa domanda cerca di rispondere il romanzo, ambientato ai giorni nostri e incentrato su Mario, un "post post-sessantottino di provincia" e Giulio, affermato e maturo avvocato internazionale.

La ricerca di Mario sulle tracce di Rodolfo Zanni sarà sempre più un'indagine nei meandri del proprio inconscio e, quando tutto sembra perduto, un doppio finale svelerà il segreto gelosamente custodito per tutto il libro. In allegato al libro un cd audio con, fra l'altro, un'interpretazione di Fabio Armiliato in prima registrazione mondiale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.